FONDAZIONE RICCI ONLUS

RELAZIONE

SULLE ATTIVITÀ SVOLTE

DALLA FONDAZIONE RICCI ONLUS

http://www.fondazionericcionlus.it/Appuntamenti/2017/acqueforti/acqueforti.jpg https://i2.wp.com/www.giornaledibarga.it/wp-content/uploads/2017/09/umberto_vittorini_35_60661.jpg?fit=640%2C427 umberto-vittorini-32.jpg umberto-vittorini-27.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_052.jpg umberto-vittorini-36.jpg umberto-vittorini-28.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_041.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_056.jpg

NELL’ANNO 2017

http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/_054.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_019.jpg http://www.fondazionericcionlus.it/Appuntamenti/2017/acqueforti/image1.JPG http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_008.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_007.jpg

RELAZIONE SULLE ATTIVITÀ SVOLTE DALLA FONDAZIONE RICCI ONLUS NELL’ANNO 2017

http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_012.jpg umberto-vittorini-15-1.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_082.jpg umberto-vittorini-14.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_010.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_011.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_016.jpg https://i2.wp.com/www.giornaledibarga.it/wp-content/uploads/2017/09/umberto-vittorini-4.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_083.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_006.jpg umberto-vittorini-4.jpg https://i0.wp.com/www.giornaledibarga.it/wp-content/uploads/2017/09/umberto-vittorini-11-1.jpg umberto-vittorini-6-1.jpg https://i2.wp.com/www.giornaledibarga.it/wp-content/uploads/2017/09/umberto-vittorini-4.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_017.jpg umberto-vittorini-12-2.jpg https://i2.wp.com/www.giornaledibarga.it/wp-content/uploads/2017/09/umberto-vittorini-21-1.jpg umberto-vittorini-13-1.jpg umberto-vittorini-21-1.jpg umberto-vittorini-5.jpg umberto-vittorini-17-1.jpg https://i2.wp.com/www.giornaledibarga.it/wp-content/uploads/2017/09/umberto-vittorini-14.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_009.jpg https://i0.wp.com/www.giornaledibarga.it/wp-content/uploads/2017/09/umberto-vittorini-15-1.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/FondazioneRicciOnlus%20-%20Vittorini%20-%2001%20Luglio%202017/x_image/Image_large/_015.jpg http://www.fondazionericcionlus.it/Appuntamenti/2017/Gualtiero%20Pia/Gualtiero%20Pia%20-%20Locandina.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_009.jpg

Introduzione:

http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_016.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_010.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_063.jpg

Durante il corso del 2017 la Fondazione Ricci Onlus ha proseguito la sua opera di realizzazione e promozione di iniziative culturali e di carattere socio-umanitario, come previsto dal proprio Statuto, grazie anche al generoso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_036.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_029.jpg http://www.fondazionericcionlus.it/Appuntamenti/2017/Gualtiero%20Pia/Gualtiero%20Pia.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_022.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_053.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_032.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_033.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_038.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_039.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_002.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_028.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_003.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20Ricci%20Onlus%20-%2013%20Maggio%202017/x_image/Image_large/_005.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_012.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_003.jpg http://www.fondazionericcionlus.it/Appuntamenti/2017/Gualtiero%20Pia%20-%202/2.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_018.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_024.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_055.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_067.jpg F:\2017\aria di natale\IMG_9792-12-12-17-16-57.JPG http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_087.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_092.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_088.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_083.jpg https://i2.wp.com/www.giornaledibarga.it/wp-content/uploads/2018/01/befana-mario-tiglio.jpg?fit=895%2C800 http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_103.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_129.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_130.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Gualtiero%20Pia%20-%20Fondazione%20ricci%20-%2016%20dic%202017/x_image/Image_large/_138.jpg Listener (1) Listener (2) C:\Users\Utente\Desktop\15235640_1130713310381619_3178539725766535065_o.jpg C:\Users\Utente\Desktop\16601582_1210903112362638_1095721829599583613_o.jpg C:\Users\Utente\Desktop\18342482_1298743303578618_4007505189733123539_n.jpg D:\legnaioli\fotografie legnaioli\miste\FBO_6805.JPG D:\legnaioli\fotografie legnaioli\miste\FBO_6792.JPG D:\fotografie\copia telefono foto\IMG_5747.JPG C:\Users\Utente\Desktop\18403014_1298743223578626_6179768897727080773_n.jpg http://www.fondazionericcionlus.it/Appuntamenti/2017/com%20toscane/com%20toscane.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Fondazione%20risorgimento%20-%2014%20ottobre%202017/x_image/Image_large/_011.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Fondazione%20risorgimento%20-%2014%20ottobre%202017/x_image/Image_large/_031.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Fondazione%20risorgimento%20-%2014%20ottobre%202017/x_image/Image_large/_037.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Fondazione%20risorgimento%20-%2014%20ottobre%202017/x_image/Image_large/_034.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Fondazione%20risorgimento%20-%2014%20ottobre%202017/x_image/Image_large/_025.jpg https://i1.wp.com/www.giornaledibarga.it/wp-content/uploads/2017/10/030-1.jpg?fit=670%2C447 http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Fondazione%20risorgimento%20-%2014%20ottobre%202017/x_image/Image_large/_024.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Fondazione%20risorgimento%20-%2014%20ottobre%202017/x_image/_021.jpg http://www.rcbarga.it/ComuneNews/2017/Fondazione%20risorgimento%20-%2014%20ottobre%202017/x_image/Image_large/_014.jpg

Ha realizzato, promuovendo sia in proprio, sia attraverso collaborazioni con le varie Istituzioni e Associazioni presenti sul territorio in cui essa opera, le attività culturali previste nell’anno 2017.

C:\Users\Utente\Desktop\img162.jpg C:\Users\Utente\Desktop\img164.jpg C:\Users\Utente\Desktop\img163.jpg

Ha sostenuto varie iniziative e attività sociali, diversificate e diffuse sul territorio dell’Alta e Media Valle del Serchio, permettendo ad Associazioni ed Enti e/o bisognosi, di poter beneficiare di un importante sostegno economico.

“Umberto Vittorininelle collezioni private.

Descrizione analitica delle attività svolte:

PUNTO 1. INIZIATIVE CULTURALI REALIZZATE DALLA FONDAZIONE RICCI REALIZZATE NEL CORSO DEL 2017

1. Presentazione e realizzazione della Mostra e catalogo

“30 Acqueforti d’autore.

La riscoperta dell’arte incisoria di Umberto Vittorini.

Fondazione Ricci Onlus, Barga Sabato 1 luglio 2017

Dopo la bella mostra Vittorini nelle collezioni private promossa la scorsa estate, l’arte di Umberto Vittorini è ritornata alla Fondazione Ricci grazie alla scoperta di 15 inedite e sconosciute acqueforti del noto artista barghigiano, figura di spicco dell’arte italiana del ‘900.

L’evento organizzato dalla Fondazione Ricci con la collaborazione dellIstituto Storico lucchese -sezione di Barga - e il patrocinio del Comune di Barga, ha visto la presentazione al pubblico e l’esposizione di 30 acqueforti del maestro Umberto Vittorini. Cristian Tognarelli, profondo conoscitore dell’opera del Maestro, ha potuto, grazie ai collezionisti privati conosciuti attraverso la mostra del 2016, ritrovarne quindici, sconosciute anche alla più recente critica che sono state esposte per questa occasione insieme ad un selezione di opere già in mostra lo scorso anno.

Da qui il titolo della mostra “30 acqueforti d’autore la riscoperta dell’arte incisoria di Umberto Vittorini”.

Dopo i saluti istituzionali della Fondazione Ricci, della direttrice della sezione di Barga dell’Istituto Storico Lucchese, Sara Moscardini e dell’assessore alla cultura, Giovanna Stefani del Comune di Barga, Cristiana Ricci, ha esposto l’impegno per la valorizzazione dell’opera di Vittorini che accomuna sia la Fondazione Ricci che Cristian Tognarelli, ed il modo in cui si è arrivati a riscoprire altre opere, spessi uniche, che vanno ad arricchire la collezione calcografica già conosciute dell’artista.

Lo storico locale Pier Giuliano Cecchi ha poi delineato il rapporto di Vittorini con Barga e con gli artisti presenti nello stesso periodo storico e Cristian Tognarelli, massimo esperto dell’opera di Vittorini e principale artefice della riscoperta della acqueforti, ha infine illustrato le opere ritrovate.

All’inaugurazione, oltre alle autorità, ai familiari dell’artista, ai collezionisti privati,

ha partecipato un numerosissimo e qualificato pubblico che ha potuto apprezzare le bellissime e inedite opere esposte. In collaborazione con l’Associazione Centolumi di Barga è stato realizzato un

piccolo catalogo delle trenta acqueforti a firma di Cristian Tognarelli come testimonianza di questo importante ritrovamento.

2. Incontro dedicato al ricordo di Gualtiero Pia e delle sue molteplici attività culturali a favore della comunità barghigiana

Momenti Pascoliani di Gualtiero Pia

Fondazione Ricci Onlus, Barga Sabato 13 maggio 2017

Sabato 13 maggio alle ore 16.30 presso la Fondazione Ricci Onlus di Barga è stato organizzato un incontro dedicato allo scrittore barghigiano Gualtiero Pia, grande cultore della storia e della tradizione barghigiana.

Dopo i saluti istituzionali da parte della Fondazione Ricci, dell’Istituto storico Lucchese - sezione di Barga, del Comune di Barga, della Fondazione Giovanni Pascoli, hanno ricordato Gualtiero Pia, il maestro e poeta Gian Gabriele Benedetti, lo storico locale e amico Pier Giuliano Cecchi, Abramo Rossi suo collaboratore durante le numerose regie realizzate.

In suo ricordo sono stati infatti proiettati alcuni spezzoni di documentari di argomento pascoliano girati per l’emittente locale Tiesse negli anni ’80 durante la sua attività di regista.

Nell’occasione è stato anche realizzato e distribuito gratuitamente Memorie di Barga. Omaggio a Gualtiero Pia”, realizzato dalla Fondazione Ricci Onlus a firma di Pier Giuliano Cecchi che ricorda le molteplici attività culturali a favore della comunità barghigiana e raccoglie tutte le lapidi da lui scritte, molte delle quali già apposte sui muri di Barga.

Questo per ripercorrere tante memorie di Barga e per far conoscere ai giovani di oggi e di domani da quale storia provengono.

Scrive di lui Pier Giuliano Cecchi nell’introduzione: Uomo sempre garbato, buon maestro nella scuola, per me lo fu anche di vita, per i tanti insegnamenti che coglievo nelle sue parole, pronunciate con il suo caratteristico piglio ironico che si cangiava sempre in un sorriso; ma anche maestro di dignitosa tolleranza, di speranza e d’amore.

La scrittura fu la sua grande passione:

prosa e poesia, ma anche la pittura lo aveva sfiorato in gioventù con buoni risultati. Era e viveva la vita come un’artista, specialmente toccato dalla memoria di Giovanni Pascoli , che amava sinceramente e senza limiti”.

I filmati proiettati hanno ricordato proprio il suo amore per la poesia di Giovanni Pascoli che tanto aveva insegnato ai suoi studenti, i quali facevano da attori nei suoi filmati recitando davanti alla macchina da presa le poesie più note e amate dall’Aquilone, alla Cavallina Storna.

Il conservatore di Casa Pascoli, Gian Luigi Ruggio ha delineato la sua competenza nello scrivere il libro Caro Giovanni, una raccolta di scritti in onore di Giovanni Pascoli che fu edito dalla Fondazione Ricci, e fu il primo tra tante pubblicazioni edite sul Pascoli a tentare un approccio al lato intimistico del Poeta.

Gian Gabriele Benedetti ne ha ricordato l’amore per Barga e tutta la sua ricchezza storica, artistica, umana, religiosa, civile e sociale. E poi l’amore per il Pascoli, ben conoscendone sia la vita che le opere; le sue doti di insegnante e più che insegnante Pia è stato educatore significativo e apprezzato. Ha inoltre ricordato che ha amato fissare sulla carta e sulla tela aspetti, episodi, immagini e personaggi, che rimarranno immortali nella memoria. Che ha scritto poesie che sono sempre associate ad una propria verità e avvolte in un rapporto logico con l’essenza del vivere, con le meraviglie della natura con l’innocenza dell’animo, con la profondità avvertita della fede e dell’amore, con il rispetto degli umili di spirito.

Infine, ma non ultimo, il suo amore per il teatro, avendo scritto diverse rappresentazione teatrali, che riportano diversi aspetti storici e di vita comuni accompagnati da testi ben musicati da lui composti.

Il ritratto che è emerso di Gualtiero Pia, ha commosso il pubblico presente, in particolare per le sue doti di bontà interiore e di indiscussa generosità riversate nei confronti di tutti.

3. Secondo incontro dedicato al ricordo di Gualtiero Pia e delle sue molteplici attività culturali a favore della comunità barghigiana

“Aria di Natale. Ricordando Gualtiero Pia.

Fondazione Ricci Onlus, Barga Sabato 16 Dicembre 2017

Sabato 16 dicembre alle ore 16.00 presso la Fondazione Ricci Onlus di Barga si è svolta “Aria di Natale. Ricordando Gualtiero Pia”.

L’iniziativa che si è tenuta grazie alla sinergia tra Fondazione Ricci e sezione barghigiana dell’Istituto Storico Lucchese e ha visto protagoniste le tradizioni natalizie barghigiane filtrate dallo sguardo del maestro Gualtiero Pia.

Il pomeriggio ha voluto costituire una sorta di ideale seconda puntata dell’iniziativa tenutasi a maggio proprio in ricordo di Pia: se allora si parlava di Giovanni Pascoli, questa volta oggetto dell’attenzione sono stati il Natale e la Befana di Barga attraverso dei documentari realizzati da Pia negli anni ’80 per l’emittente Tiesse e messi a disposizione dai fratelli Loreno e Gianfranco Pinelli.

A introdurre il pomeriggio, dopo i saluti di Cristiana Ricci per la Fondazione Ricci, Sara Moscardini per l’Istituto Storico e Giovanna Stefani, assessore alla Cultura di Barga, è stato il celebre scrittore lucchese Vincenzo Pardini, autore di tanti racconti e romanzi ambientati nei nostri territori, che era legato a Pia da unamicizia epistolare nella quale condividevano molte riflessioni sulla natura delluomo.

Pardini, oltre al suo ricordo personale ha espresso il desiderio che per onorare la memoria dell’amico Gualtiero Pia, sarebbe interessante raccogliere i molti suoi scritti, le lettere inviate agli amici, in un Fondo

archivistico a lui dedicato e ha donato in questa occasione un primo nucleo di lettere autografe da lui ricevute da Gualtiero Pia. “Chiosando sull’argomento posso dire con certezza che in definitiva questa era l’aspirazione di Gualtiero”.

A lui hanno fatto seguito il sentito ricordo di amicizia della professoressa Graziella Cosimini e Gianluigi Ruggio curatore di Casa Pascoli.

Sono poi stati proiettati alcuni spezzoni di questi filmati: le recite natalizie della scuola di San Pietro in Campo, le trasposizioni ‘cinematografiche’ delle opere teatrali di Pia, un’edizione del Presepe

Vivente del 1987, la tradizione della Befana con le storiche befane Mario Pieroni “Tiglio” e Evelina Chiesa, celebri personaggi barghigiani. Un’occasione per rivedere tanti volti noti di ieri e di oggi, un modo per tenere viva la nostra storia e per ricordare come eravamo, le tradizioni che ritornano sempre e gli antichi mestieri invece ormai sulla via della scomparsa.

L’incontro è terminato con un festoso brindisi natalizio tra i tanti parenti, amici e collaboratori di Gualtiero Pia.

4. Ciclo di Conferenze rivolte all’Istituto d’Istruzione Superiore di Barga (indirizzi: alberghiero, classico, scientifico) dal titolo:

I segni del territorio

Art. 9 della Costituzione italiana

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

Conoscere il territorio, acquisire la capacità di relazionarsi con esso, tutelarlo e conservarlo, queste le motivazioni alla base di un ciclo di conferenze promosse dalla Fondazione Ricci Onlus di Barga.

Da sempre attenta alla conoscenza e all’importanza del recupero e conservazione delle radici storiche e culturali della media e alta Valle de Serchio, la Fondazione Ricci ha voluto con questi incontri promuovere una lettura storica di quest’ambito territoriale fino ad arrivare all’individuazione dei segni cioè delle emergenze paesaggistiche, artistiche, storiche, artigianali-industriali che ancora sussistono.

Degne di essere tutelate con una conservazione che parta dalla loro conoscenza per arrivare a una valorizzazione attraverso anche una serie di percorsi segnalati e usufruibili da chiunque voglia scoprire queste emergenze.

Le conferenze sono rivolte alle scuole superiori per stimolare negli studenti la consapevolezza dell’unicità di questi beni, che possono essere definiti pienamente “beni culturali”, contribuendo a sviluppare il loro un senso civico comune e anche un’opportunità di lavoro, una risorsa per il loro futuro, ma sono anche aperte a chiunque sia interessato a questi argomenti.

Questi incontri sono stati inseriti nella programmazione del Polo FOR.TU.NA (FORMAZIONE TURISMO NATURA ARTE).

Nel mese di maggio si sono svolti i primi due incontri tenute dalla storica dell’arte professoressa Maria Pia Baroncelli dal titolo “Itinerario nelle chiese del comune di Barga alla riscoperta dei riti locali della vestizione delle statue sacre”

Nei due incontri programmati, uno tenuto nell’Aula Magna dell’ISI di Barga e l’altro “sul campo” cioè la visita guidata ad alcune chiese locali, si è esposta, dopo l’ introduzione alle molte chiese esistenti a Barga e della loro antica tradizione storica ed artistica, la storia dei manufatti religiosi presenti in esse, realizzati come espressione d’arte devozionale popolare correlata spesso alla ritualità pasquale e alla produzione conventuale femminile.

In ogni chiesa di Barga e in quelle limitrofe (Tiglio, Loppia, San Piero in Campo) rimangono infatti tracce della ricca produzione di Madonne, Santi e Bambini “agghindati” con abiti veri e prodotte da

botteghe artigianali di Barga e Lucca.

Le immagini vestite hanno avuto una larga diffusione dopo il Concilio di Trento (1545-1563) quando la chiesa sceglie una statuaria umanizzata di impatto popolare ed emotivamente coinvolgente che annulla la distanza medievale fra l’umanità e il divino.

Nasce con il concilio tridentino anche il concetto di fisicità venerabile e con possibilità di contatto essendo la statua vestita una presenza viva che si può rispettosamente toccare, vestire, carezzare e talvolta baciare, suscitando emozioni e sentimenti forti che fanno nascere anche uno stretto legame fra la statua sacra, il gruppo umano che se ne prende cura (confraternite a Barga) ed il singolo fedele.

Attualmente a Barga, sebbene sopravvivano prevalentemente Madonne polimateriche settecentesche, i i più eclatanti esempi di statue vestite sono la gigantesca e antica statua di San Cristoforo nel Duomo, i due angeli lignei cinquecenteschi del maestro fiorentino Antonio Particini, le grandi statue del XIII sec. vestite con abiti veri del gruppo dell’Annunciazione nella chiesa della SS.ma Annunziata, i Sacri Bambini del Conservatorio di Santa Elisabetta.

Altre statue processionali o da presepe o per essere stabilmente esposte nelle chiese, sebbene la maggioranza sia distrutta, sono ritornate alla luce durante le ricerche condotte per la pubblicazione I maestri che lavorano il legno a Barga scritto da Maria Pia Baroncelli ed edito dalla Fondazione Ricci Onlus.

5. Presentazione della Pubblicazione

“Le Comunità Toscane al tempo del Risorgimento.

Dizionario Storico”

Fondazione Ricci Onlus, Barga Sabato 14 Ottobre 2017

Sabato 14 Ottobre alla Fondazione Ricci di Barga si è tenuto un pomeriggio all’insegna della storia locale e nazionale, con la presentazione del volume dello storico Fabio Bertini “Le Comunità toscane al tempo del Risorgimento”.

Non un qualsiasi libro di lettura, ma un dizionario, un vero e proprio strumento di lavoro che raccoglie 322 voci, costruite nel corso di lunghi anni di studio, corrispondenti alle altrettante comunità presenti sul territorio toscano alla vigilia dell’Unità d’Italia.

Non solo quindi quelle che erano le comunità del Granducato di Toscana, ma anche quelle allora sottoposte a Modena (la Garfagnana e il territorio massese) e quelle della Romagna toscana, oggi non più afferenti alla nostra regione.

Dalla A di Abbadia San Salvatore alla Z di Zeri: le 322 comunità della “Grande Toscana” al tempo del Risorgimento sono oggetto della meticolosa indagine curata dal professor Fabio Bertini. La ricostruzione storica prende avvio dagli ultimi anni di governo del granduca Pietro Leopoldo e dal suo progetto di riforma (ma talora si spinge a considerare anche più antiche radici storiche) e attraversa i grandi eventi successivi: la dominazione napoleonica, la Restaurazione, per soffermarsi sui fondamentali momenti di rivolta e di lotta per le libertà, l’indipendenza e l’unità nazionale, a volte anche facendo riferimento in proiezione a eventi successivi.

Le voci del Dizionario riguardano non solo le popolazioni un tempo granducali, ma anche quelle che, in modo transitorio o continuo, hanno fatto parte di altri Stati, come Parma e Modena, e altre ancora che, un tempo toscane, oggi si trovano in altre regioni. Non solo della grande Storia si parla dunque, di celebri battaglie, di scambi di troni.

A presentare il Dizionario, assieme all’autore, che è anche coordinatore dei comitati toscani per il Risorgimento, sono stati il prof. Claudio De Boni dell’Università di Firenze, e Christian Satto, già conosciuto a Barga in quanto autore di un bel volume su Antonio Mordini presentato nello scorso inverno nella nostra città.

Nel dibattito, aperto dalla presidente della Fondazione Cristiana Ricci, dal direttore dell’Istituto Storico Lucchese Sara Moscardini e dall’assessore Giovanna Stefani, si sono toccati numerosi e variegati argomenti, dalla storia vera e propria del Granducato e del Risorgimento alla costruzione dell’identità nazionale, dall’evoluzione dell’ideale mazziniano alle modalità di raccolta e redazione del libro.

Un’importante parentesi, ovviamente è stata riservata al ruolo di Barga in questo importante periodo storico e ai suoi personaggi: non solo Mordini ma anche una famiglia come quella dei Tallinucci, uno dei quali, Roberto, cadde fucilato nel 1849 nell’assedio di Livorno da parte delle truppe austriache. Due sono stati infatti gli auspici a conclusione della giornata: il primo una futura partecipazione del gonfalone di Barga alle cerimonie livornesi dell’11 maggio, data ricorrente dell’assedio, l’altro una prossima fondazione a Barga di un locale Comitato per la promozione dei valori risorgimentali, che sarebbe il diciottesimo sul territorio regionale.

6. Invio di Volumi editi dalla Fondazione Ricci Onlus

Nel corso dell’anno sono state numerose le richieste pervenute da parte di Biblioteche, Associazioni, Librerie, di pubblicazioni da noi edite alle quali sono state date risposte positive, inviando a titolo gratuito i volumi richiesti.

PUNTO 2. CONTRIBUTI ECONOMICI AD INIZIATIVE IN COLLABORAZIONE CON ALTRI ENTI E ASSOCIAZIONI

Il sostegno all’associazionismo della Media e Alta valle del Serchio ha da sempre rappresentato per la Fondazione Ricci un settore fondamentale di intervento così come previsto nel proprio Statuto.

Tra i contributi erogati nel 2017 ci sono i seguenti:

1. Contributo a “Il Giornale di Barga”

E’ stato erogato un contributo per la realizzazione della pubblicazione dedicata al sempre crescente numero di visitatori del comune di Barga e del suo territorio pensata per promuovere e valorizzare il turismo, dal titolo “InBarga. Guida all’estate Barghigiana” stampata in 5.000 copie e realizzata dal Giornale di Barga.

Si tratta della guida e del sito inBarga che lo scorso hanno ha riscosso un notevole successo con la stampa di oltre 3000 copie della guida ed un sito che puntualmente per tutta l’estate hanno fornito ai turisti informazioni (in lingua italiana ed inglese) su tutti gli eventi in programma nel territorio.

Anche per questa estate è stata realizzata una guida che ha fornito ai visitatori tutte le informazioni utili per vivere al meglio l’estate nel comune di Barga: informazioni sugli eventi, sulle manifestazioni di spicco, sulle cose da fare, sui luoghi da visitare, sui locali dove mangiare o dove dormire, musei e mostre. La pubblicazione ha un formato tascabile, interamente a colori e composta da 96 pagine (48 in italiano e 48 in lingua inglese).

2. Contributo al “Gruppo Volontari della Solidarietà” per la “XXVIII Settimana di solidarietà” - Barga, 14 - 19 maggio 2017

Anche quest’ anno la Fondazione Ricci Onlus concedendo il suo patrocinio ha partecipato ad alcune delle attività del GVS, in particolare con l’acquisto di premi per le premiazioni della “XXVIII Settimana della Solidarietà” ed ha inoltro erogato un contributo volto a ridurre l'area del disagio e dell'emarginazione.

In questo modo la Fondazione Ricci Onlus prosegue uno dei suoi scopi statutari fondamentali e lo fa attraverso la collaborazione con un’Associazione di volontariato che opera da oltre quindici anni secondo ideali di gratuità, condivisione, donazione sperimentando risposte possibili ai bisogni sociali dei portatori di handicap fisiopsichici proponendosi di offrire una testimonianza di impegno civile verso le "nuove povertà".

In questo modo la Fondazione Ricci Onlus prosegue uno dei suoi scopi statutari fondamentali e lo fa attraverso la collaborazione con un’Associazione che si impegna a dare il proprio aiuto direttamente verso chi più di ogni altro ha bisogno dell’amore, della solidarietà e del rispetto del prossimo.

3. Contributo economico all’Associazione “Il Sogno” di Castelnuovo Garfagnana

Il contributo devoluto a questa Associazione, che ha lo scopo di aiutare i bambini diversamente abili o portatori di handicap e le loro famiglie nel percorso di crescita, riabilitazione e assistenza, è stato volto all’acquisto di un mezzo di trasporto attrezzato per soggetti diversamente abili.

Questo ha permesso la programmazione di uscite organizzate all’esterno della struttura con lo scopo di fornire un arricchimento sociale e un ampliamento della propria cultura di base.

Lo scopo è stato raggiunto grazie ai contributi di molte associazioni che hanno compreso la necessità di un potenziamento della autonomia, compromessa spesso da difficoltà negli spostamenti e nei trasporti, dei ragazzi assistiti.

4. Contributo economico a Barga Jazz 2017 Festival in cammino

Barga dal 18 al 26 agosto

Il contributo è stato devoluto a questa importante manifestazione barghigiana che si svolge nel mese di Luglio nel centro storico di Barga e che richiama un turismo musicale molto qualificato.

L’associazione Barga Jazz in particolare quest’anno ci ha chiesto anche l’immagine simbolo del manifesto di quest’anno: si tratta del quadro in nostro possesso del noto artista barghigiano Alberto Magri dal titolo Il Caffè del Paolo, nel quale è raffigurato un cantastorie in cammino con la sua chitarra.

Il programma di quest’anno ha previsto concerti nelle piazze del centro storico e nel Teatro dei Rassicurati con gruppi jazz di diverso genere, di street band, e anche animazione musicale per bambini. Ospiti di questa edizione Kurt Rosenwinkel, Maurizio Giammarco, Robert Bonisolo, Martina Grossi e molti altri. Tra le produzioni originali: BargaJazz Ensemble plays the music of Frank Zappa, con arrangiamenti originali di Massimo Morganti e la voce di Filippo Macchiarelli; BargaJazz Club Orchestra diretta da Rossano Emili.

5. Contributo economico allIstituto storico Lucchese sezione di Barga

Da molti anni la Fondazione Ricci e la sezione di Barga dellIstituo Storico Lucchese collaborano in diverse iniziative culturali rivolte ala conoscenza del territorio di Barga.

Questanno è stato dato un piccolo contributo per la stampa di manifesti di alcune manifestazioni.

PUNTO 3. CONTRIBUTI ECONOMICI NEL SETTORE SOCIO-UMANITARIO

Il sostegno a persone in difficoltà perchè bisognosi, emarginati, o che versano in condizione di debolezza morale e materiale, ha da sempre rappresentato per la Fondazione Ricci un settore fondamentale di intervento così come previsto nel proprio Statuto.

Nel doveroso rispetto della legge sulla privacy, non riportiamo tutto l’elenco dettagliato degli interventi effettuati a favore dei singoli beneficiari, ma solamente alcuni casi che non ledono il diritto alla privacy.

Tra i contributi erogati nel 2016 ci sono i seguenti:

1. Sostegno economico a persone fisiche.

Come ogni anno una riserva di contributi sono stati erogati da parte della Fondazione Ricci Onlus a privati che ne hanno fatto richiesta o sono stati segnalati per le loro condizioni di povertà, emarginazione, malattie o portatori di handicap, che hanno legami con la Valle del Serchio.

Quest’anno il contributo è andato ad una vedova rimasta senza sostegno economico residente a Barga alla quale è stato devoluto per sostenere le spese di inumazione della salma del marito.

La Fondazione Ricci, da sempre sensibile a chi necessità di solidarietà ha aderito a questa benemerita iniziativa.

CONCLUSIONI

L’attività programmata dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione Ricci Onlus per l’anno 2017 è stata ampiamente realizzata.

Sono state realizzate iniziative che hanno visto una larga partecipazione di pubblico non sono locale, in particolare ci riferiamo alla esposizione delle 30 acqueforti del maestro Uberto Vittorini che ha richiamato un pubblico qualificato di collezionisti ed esperti darte.

Le altre iniziative di carattere locale, alcune delle quali non programmate ad inizio anno, sono state approvate dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione Ricci, man mano che arrivavano le richieste di collaborazione di altre Associazioni del territorio.

Il C.D.A. ha sempre espresso parere favorevole e vi ha impegnato risorse economiche in quanto per il nostro Statuto è prevalente avere un rapporto privilegiato con il territorio nel quale la Fondazione Ricci ha la sede ed opera prevalentemente.

Anche quest’anno dobbiamo rilevare che, l’assenza di contributi da parte di Enti pubblici, drasticamente ridimensionati, e la contrazione delle sponsorizzazioni da privati, ha messo la nostra Fondazione in grosse difficoltà e ci ha costretto a sopperire con i nostri fondi nella realizzazione della attività già programmata.

Le nostre iniziative sono state sempre seguite da un pubblico numeroso grazie alla diffusione da parte della stampa, delle Tv locali, del web, e dei social network, del nostro sito web e della nostra pagina Facebook.

La Fondazione Ricci si è impegnata a fornire adeguato risalto nelle iniziative realizzate con il contributo erogato dalla Fondazione Cassa di Risparmio, sia sul materiale cartaceo, sul proprio sito istituzionale e sui social network e sulla stampa nazionale.

Il Presidente del C.d.A. della Fondazione Ricci Onlus

Dott. Arch. Cristiana Ricci