Ho voluto questa Fondazione perché
ritornando a questa mia terra natale, ai suoi abitanti genuini e generosi, ho ritrovato intatto il patrimonio di affetti e di valori umani che qui avevo lasciato.
Ho detto intatto, ma avrei dovuto dire accresciuto perché anche le nuove generazioni hanno ereditato quel calore umano, quell'altruismo, quella solidarietà che erano e, fortunatamente, sono rimaste le principali caratteristiche della nostra gente.

Un patrimonio di valori umani, questo, che risale alle nostre radici, tramanda le nostre tradizioni, rispetta lo spirito di solidarietà che i nostri antenati ci lasciarono in eredità erigendo il Duomo di Barga che vollero grande perché, come ci ricorda il Pascoli:
"Piccolo il mio, grande il nostro".

Questo patrimonio è il bene più prezioso che noi tutti possediamo perché consente alla nostra comunità di svilupparsi spiritualmente e materialmente in comunione di affetti e di intenti.

La nostra Fondazione nasce con lo scopo principale di contribuire alla conservazione di questo patrimonio di valori fondamentali.

Una Fondazione che, pur basandosi su questi valori spirituali, deve essere attenta anche agli aspetti materiali che emergono dalle necessità di coloro che soffrono, che sono emarginati, che non hanno avuto il sostegno degli affetti familiari e dell' amicizia.

Una Fondazione che deve avere come unico obiettivo i fatti e non le parole ed anch'io, per essere coerente con questo nostro obiettivo, ho voluto essere conciso e concludo con l'esprimere a tutti Voi il mio commosso ringraziamento per essere intervenuti e col dare un caloroso benvenuto a tutti coloro che vorranno far parte
del Comitato dei Sostenitori per aiutarci in questa nostra missione della quale non avvertiremo la fatica perché nulla dà maggiore ricompensa e soddisfazione del procurare e dare sostegno al prossimo.

Nulla dà maggiore ricompensa e soddisfazione del farsi artefici della conservazione e dell'accrescimento di quei patrimoni e di quei valori umani che sono i soli a consentirci di ritrovarci uniti, al di sopra delle parti, per coltivare e sviluppare l'innato senso di solidarietà che è in ognuno di noi.

Quella solidarietà che, come tutti sappiamo, è I'elemento fondamentale della libera e pacifica convivenza umana.

Firma del Fondatore G. Mario Ricci